Progetto BIOFILM – Stop ai Batteri!

Centro Biofilm Milano

Il problema del Biofilm può coinvolgere tutti i pazienti e tutte le branche della Medicina.

  • Tutte le infezioni dopo interventi chirurgici per impianto di biomateriali (protesi articolari, placche metalliche, viti, protesi vascolari, valvole cardiache, pacemaker, impianti dentari, protesi urologiche, protesi mammarie, impianti cocleari, ecc.)
  • Infezioni croniche delle vie uro-genitali come cistiti, vaginiti, uretriti, prostatiti;
  • Infezioni croniche dell’apparato respiratorio come sinusiti, bronchiti;
  • Infezioni croniche otorinolaringoiatriche come otiti, tonsilliti, adenoiditi;
  • Infezioni croniche delle ossa come osteomieliti, osteoartriti settiche;
  • Placca dentaria e infezioni dentarie come periodontiti, parodontiti, implantiti;
  • Ferite croniche come ulcere diabetiche, ulcere vascolari, ulcere da pressione.

Sono tutte condizioni causate dal Biofilm batterico, una microscopica pellicola formata dai batteri quando aderiscono su una superficie, in grado di proteggerli dagli antibiotici e dal sistema immunitario.

Si stima che tutte le infezioni correlate a materiali impiantabili nel corpo umano e circa l’80% delle infezioni croniche siano dovute alla presenza del Biofilm batterico che, oggi, rappresenta quindi, con la resistenza agli antibiotici a cui spesso si accompagna, la maggiore causa di mortalità e di inabilità per infezione nel mondo e la prima causa della difficoltà di diagnosi e trattamento delle infezioni ospedaliere.

Biofilm: causa N. 1 di infezioni croniche nel mondo

immagine-biofilm

Il problema

Resistenze agli Antibiotici e Biofilm

  • Quando due o più batteri aderiscono su una superficie (le nostre cellule o una protesi), cominciano a produrre il Biofilm, una matrice intercellulare che rende i microrganismi simili a un organismo pluricellulare, fino a 1000 volte più resistente agli antibiotici;
  • Si calcola che, nel 2025, il 70% delle infezioni sarà incurabile con gli antibiotici attualmente in uso;
  • Quando un batterio è resistente agli antibiotici e produce Biofilm le possibilità di cura si riducono drasticamente e la mortalità è molto elevata;
  • Il Biofilm, descritto da un italo-americano più di 40 anni fa, solo oggi comincia a essere compreso come causa principale del fallimento di molte terapie antibiotiche e della persistenza di moltissime infezioni croniche;
  • La presenza del Biofilm batterico ha, inoltre, un enorme impatto sull’igiene ambientale in Ospedale, infatti la presenza di Biofilm batterico si associa a riduzione o inattivazione della efficacia di tutti gli agenti igienizzanti e disinfettanti e di tutti i sistemi di sterilizzazione conosciuti;
  • Analogamente, il Biofilm batterico ha un grandissimo impatto sugli apparecchi biomedicali e sui materiali impiantabili nel corpo umano, causando la riduzione di prestazioni e/o il malfunzionamento e infezioni persistenti e difficili da curare

Quali sono i prossimi obiettivi?

 

Azzerare le infezioni post-chirurgiche;

Migliorare i sistemi di diagnosi e cura delle infezioni post-chirurgiche;

Diventare il primo centro europeo di ricerca nel settore.

 

Il vostro sostegno è importante!

* grazie anche al supporto della Fondazione Polizzotto