Fumo

fumo

Il fumo di sigaretta rappresenta il più importante e grave fattore di rischio per i giovani, in quanto colpisce maggiormente individui al di sotto dei 50 anni. I fumatori hanno, inoltre, un rischio aumentato di sviluppare gravi malattie croniche.

Quali problemi provoca il fumo?

  • Eccessiva produzione di muco nei bronchi e distruzione del tessuto polmonare sano (bronchite cronica ed enfisema)
  • Indurisce le arterie e le occlude causando ipertensione arteriosa, aterosclerosi, infarto del miocardio e ictus cerebrale
  • Agisce come importante fattore di rischio isolato per la malattia coronarica cardiaca e, se associato agli altri fattori, l’effetto aumenta notevolmente
  • Aumenta il rischio di recidiva della malattia coronarica dopo un intervento di bypass
  • Aumenta il rischio di malattia coronarica in persone con storia familiare per tali patologie
  • Affaticamento e scarso rendimento muscolare (a causa di una riduzione della concentrazione di ossigeno nel sangue) e aumento della tendenza del sangue a coagularsi
  • Riduce i valori di HDL (colesterolo buono)
  • Aumento delle secrezioni acide dello stomaco, provocando gastriti e ulcere
  • Bocca spesso colpita da gengiviti e alitosi
  • Sonno ridotto di 1.2 minuti in media per ogni sigaretta fumata
  • 3 fumatori su 10 faticano a prendere sonno, si svegliano frequentemente durante la notte o troppo presto al mattino
  • Più del 40% dei fumatori maschi soffre di disfunzione erettile, mentre in entrambi i sessi si verifica una riduzione della fertilità
  • Aumenta il rischio di calvizie
  • Aumenta le rughe, le borse e pelle giallastra
  • Provoca i tumori. Il più conosciuto è certamente quello al polmone, ma il fumo provoca anche neoplasie al cavo orale, faringe, esofago, laringe, pancreas, reni e vescica.

I vantaggi di smettere di fumare

Rispetto a chi continua a fumare, chi smette prima dei 50 anni dimezza il rischio di morire nei successivi 15 anni1.

Dopo 12 mesi di astinenza, il rischio coronarico si riduce del 50%2.